“Fontana del Rannolo”, la Pro Loco comunica che l’acqua è potabile

Una giornata di intenso lavoro ha restituito alla comunità l’antica “Fontana del Rannolo”. La Pro Loco Ing. Pino Di Donato di Ceppaloni, con l’aiuto dei suoi volontari, è riuscita a recuperare un piccolo pezzo di storia del piccolo centro sannita.

La “Fontana del Rannolo” era luogo di sosta per i contadini che tornavano in paese. Era il posto dove le donne del paese andavano spesso a lavare gli indumenti e a prendere l’acqua per bere e cucinare. Una vera e proprio risorsa per il paese che era stata dimenticata. “Abbiamo ripulito la pavimentazione –hanno spiegato i membri dell’associazione- tolto i rami degli alberi che giacevano nella zona, liberato le scalette d’accesso e ripulito la vasca dove defluisce l’acqua”.  

Un lavoro svolto in allegria e con la voglia di restituire agli abitanti di Ceppaloni un luogo dove passare qualche ora in totale relax. “Ci auguriamo che la “Fontana del Rannolo” possa presto diventare una vera e propria area attrezzata per permettere ai turisti di organizzare un comodo e rilassante pic-nic. Il nostro territorio è pieno di zone simili e pensiamo che bisogna lavorare al loro recupero. Nei prossimi mesi cercheremo di coinvolgere anche le altre associazioni e il resto della popolazione per capire quale può essere il nostro ruolo in questo progetto bello e ambizioso. Siamo sicuri che con l’entusiasmo che il volontariato si porta in dote possiamo portare avanti questo piccolo sogno. Inoltre vogliamo comunicare che, durante la giornata di domenica, abbiamo raccolto dei campioni di acqua per farli analizzare. Proprio in queste ore ci sono giunti i risultati e possiamo comunicare che l’acqua della “Fontana del Rannolo” è potabile. Approfittiamo anche per ringraziare chi domenica è venuto ad aiutarci e chi è passato per un saluto o per portarci cibo e bevande. E’ stato un vero piacere vedere tante persone giunte sul posto e in particolare diversi bambini che non conoscevano l’esistenza di questa storica e bella fontana”. La Pro Loco Ing. Pino Di Donato di Ceppaloni adesso si prepara ai prossimi appuntamenti già nel mese di novembre.

La “Fontana del Rannolo” e la natura che tanto bene ci fa

 

Il gusto di stare insieme. Di fare qualcosa per il paese. Di riscoprire luoghi antichi e ricchi di storia. Ecco perché abbiamo deciso di provare a “recuperare” la famosa “Fontana del Rannolo”. In tanti ne hanno sentito parlare. Pochi realmente sapevano in che condizioni era. Meno drammatiche del previsto, dobbiamo essere sinceri. Ma solo grazie a Donato Rosella che costantemente, con passione, se ne prende cura. Anche per questo motivo abbiamo deciso di intervenire. I racconti dei nostri nonni e genitori hanno fatto il resto.

 

Ci hanno sempre spiegato che la “Fontana del Rannolo” era un luogo dove chi viveva nel centro di Ceppaloni frequentava giornalmente. L’acqua potabile non era ancora arrivata in tutte le case. Per bere o per lavare gli indumenti era il “Rannolo” la destinazione più gettonata. Da luogo affollato e fondamentale per la comunità, a piccolo angolo di paradiso dimenticato. Come è strana la vita. In pochi decenni tutto è cambiato. Ma come spesso ci raccontava l’Ingegnere Di Donato, “Per costruire un futuro migliore bisogna guardare indietro e non dimenticare le tradizioni”. Ecco più o meno era questo il senso delle sue parole. E noi non le dimentichiamo. Non possiamo. In molti siamo qui proprio grazie a lui.

 

In poche ore siamo riusciti a ripulire il tetto, la vasca e anche le scalinate. Ora l’accesso è più comodo. La pavimentazione, che è venuta fuori dopo un bel po’ di tempo, ha un fascino particolare che rende quel luogo accattivante. L’acqua sembra limpida. Non sappiamo ancora se è potabile. Abbiamo affidato un campione d’acqua ad un professionista del settore. Attendiamo solo i risultati. Vi terremo informati

Ci siamo divertiti. E’ stata una splendida giornata. Non solo perché quel luogo ha ripreso vita e sembrava sorriderci nel momento in cui siamo andati via. Ma soprattutto perché nel corso della giornata sono state tante le persone che sono passate, alcune dopo decenni, dalla famosa “Fontana del Rannolo”. Vedere diversi bambini attratti dall’acqua della fontana e da quella nella vasca ci ha emozionato. Un giorno, tra qualche anno, magari torneranno muniti di panini e salsicce per fare una scampagnata con amici provenienti da altri paesi. E’ uno dei nostri sogni: trasformare quel luogo in un punto di ritrovo come accadeva una volta. Ci proveremo. Un piccolo passo è stato fatto e per questo ringraziamo chi ha deciso di partecipare, in particolare un bel gruppetto di giovani ragazzi che ci sono sempre vicini. Loro sono il futuro e ci spingono a continuare il nostro percorso.

Nel corso della giornata ci siamo divertiti. Abbiamo scherzato e soprattutto ci siamo avvicinati alla natura. Abbiamo avuto la visite di alcune pecorelle. Qualche ragnetto ci ha passeggiato sui vestiti. Ma soprattutto abbiamo ascoltato i suoni del bosco interrotti -e a volte coperti- solo da quello delle tante risate. Siamo stati veramente bene. E abbiamo capito ancora di più che Ceppaloni ha tante potenzialità. La “Fontana del Rannolo” speriamo che presto diventerà luogo di sosta per chi ama fare camminate nella natura, chi pedala in sella alle mountain-bike e per chi vuole respirare aria buona.

 

 

Sembrava una leggenda. Qualcuno pensava non fosse più funzionante. Altri fosse stata spazzata via da una frana. Altri ancora non fosse mai esistita. Adesso è nuovamente realtà. Andate a fare un giro. La “Fontana del Rannolo” vale la pena di essere visitata.

I ragazzi della Pro Loco Ing. Pino Di Donato di Ceppaloni

Ceppaloni: la Pro Loco recupera l’antica “Fontana del Rannolo”

Una giornata ecologica per recuperare le bellezze di un tempo. La Pro Loco Ing. Pino Di Donato ha deciso di intraprendere un percorso di recupero degli antichi sentieri e delle zone verdi del paese. L’iniziativa è legata ad un progetto più ambio che dovrà essere sviluppato, nel corso degli anni, in collaborazione con le altre associazioni. Domenica 27 ottobre l’obiettivo sarà quello di recuperare l’antica “Fontana del Rannolo” uno dei luoghi più suggestivi e affascinanti di Ceppaloni. “La “Fontana del Rannolo” è un luogo dove un tempo contadini e passanti potevano sostare e riposarsi prima di riprendere il cammino verso il centro del paese. Si tratta di una zona verde dall’enorme fascino –spiegano i membri del CDA- per questo abbiamo deciso di dedicare una giornata alla pulizia di questa zona. Cogliamo l’occasione anche per ringraziare Donato Rosella, un signore di Ceppaloni che si adopera continuamente per provare a tenere pulita quella zona verde. Anche per questo motivo abbiamo deciso di intervenire e invitiamo chi ha voglia di aiutarci a raggiungerci domenica mattina alle 9:00 in via Rannolo”.

La Pro Loco Ing. Pino Di Donato dopo gli eventi estivi si prepara a vivere un altro momento importante. “Il nostro programma prevede ancora altri appuntamenti importanti dopo la giornata ecologica” racconta il presidente Michele Iacicco. “Siamo un gruppo giovane che ha tanto entusiasmo e per questo, dopo la giornata ecologica, daremo spazio anche alle nuove tecnologie organizzando un torneo di Play Station per avvicinare alla Pro Loco più ragazzi possibili e stiamo stilando il programma per le manifestazioni natalizie. Nel frattempo -sottolinea il presidente- abbiamo inoltrato la richiesta al Comune di adottare l’aiuola presente davanti alla nostra sede che abbiamo già provveduto a ripulire. L’adozione di spazi verdi è una bella iniziativa e noi proviamo a fare la nostra parte. Cogliamo l’occasione per ringraziare ancora una volta tutti i soci per la loro costante vicinanza e tutte le persone che ci spingono a continuare in questo percorso difficile ma che ci sta dando tante soddisfazioni”.